MERCOLEDì 31 OTTOBRE in occasione della seconda giornata di festeggiamenti per i 13 ANNI DI CASEMATTE siete invitatǝ al nostro HALLOWEEN PARTY!
Si inizia alle ore 19 presso lo skatepark di CaseMatte con la SFILATA ORRIDA: MOSTRI IN MOSTRA che sarà seguita dalla cena mostruosa.

Dalle ore 22 musica post atomica con WIDE HIPS 69 garage punk e TERRORIST BENGALA PARTY post atomic surf.

Post concerto la serata continua con un dj set esplosivo

Alcune info sulla SFILATA ORRIDA

L’evento è nato dalla collaborazione fra LA KAP, CASEMATTE e LE OFFICINE di Fontecchio in cui diversi individui o gruppi possono sfilare con i loro abiti fatti a mano ispirati a mostri folkloristici o a creature mitiche di particolari regioni del mondo.
L’invito è che gli artisti presentino le loro idee/visioni per partecipare a questa sfilata di moda orrida.
🎭🆘
In questa sfilata vi sfidiamo ad esplorare l’incubo e il mito con la creatività e la personificazione. A farvi grandi e potenti, malefici e dispettosi, seducenti e mortali. Pronti a sfilare sulle dune di cemento dello skatepark di CaseMatte, che si trasformerà per l’occasione in uno scenario suggestivo.
📢📢📢📢📢📢📢
Sono aperte le iscrizioni fino al 30 OTTOBRE tramite il link
🧠
Ma prima date un’occhiata al Regolamento:

💀💀👹👹👹💀💀👹👹👹 ☠👹👹👹💀💀👹👹👹💀💀
Se volete qualche spunto di ricerca potete visitare i seguenti link 1 e 2
👹👣👻💀🦇🕷🦂🦞☠🐲🐾🦴🐉
Da giganti goffi e spaventosi troll a satiri maligni ed elfi magici, le creature mitiche hanno catturato la nostra immaginazione dall’alba dei tempi. Le culture di tutto il mondo hanno tramandato storie di generazione in generazione e creato volumi indicibili di tradizioni. Ancora oggi, bestie ed esseri leggendari continuano ad affascinarci mentre le storie del passato ricevono aggiornamenti contemporanei nei libri, nei film e in televisione.
Le creature mitiche che si trovano nel folklore svolgono molti lavori diversi, afferma Simon Young, uno storico britannico del folklore e co-editore/coautore del libro Magical Folk: British and Irish Fairies, 500 AD to the Present. “[Loro] sostengono la moralità, impongono tabù, si collegano alla divinità, mettono in guardia contro i pericoli e, soprattutto, intrattengono”, dice Young. “Se dovessi riassumere, però, direi che ci insegnano la modestia. Ci sono cose più grandi di noi che intravediamo e cose che non riusciamo nemmeno a concepire: cose che sono, in ogni caso, al di fuori del nostro controllo. Sono l’ignoto. L’oscurità sotto le scale o fuori dal sentiero nella foresta o nel cuore del nostro prossimo”.
Ogni cultura ha il suo branco di mostri ed esseri che risiedono nei racconti tradizionali. Le versioni di alcune creature, come la prolifica fata, popolano storie in più culture e paesi. Altri, al contrario, sono nati in una sola regione.
“I posti ottengono i mostri che meritano. È così semplice”, dice Young. “Una comunità di cacciatori-raccoglitori avrà dei carrelli collegati all’inseguimento. Una comunità agricola avrà mostri ai margini del villaggio, vicino ai campi. Una comunità industriale avrà orrori nelle fabbriche abbandonate, ecc… C’è una vasta gamma. Quello che mi stupisce sempre è come cambiano non solo da paese a paese, ma da valle a valle”.
👹👣👻💀🦇🕷🦂🦞☠🐲🐾🦴🐉
Un’eco ribollì dalle tenebre degli inferi, risate macabre, false e adulatorie, e voci menzognere alimentavano la fiamma oscura del male.
“Le avevo promesso, Seth, nel rispetto del dio Ra, che il mondo sarebbe crollato su se stesso”
“Sì, Belzebù, dobbiamo festeggiare in nome di Satana! L’oscurità cresce nel cuore delle persone, la assaggiano e poi non ne fanno più a meno, anche perchè sono diventati pigri con Alexa (non fanno bene neanche la differenziata!)”
Mot argomentò: “Lussuria, vanità e ciò che loro chiamano consumismo, li logorano; loro sanno che il diavolo veste Prada©, tessono la propria fine.”
Lucifero ghignò: “ Vabbè, adoro! Allora cari nemici, è l’ora di chiamarli, sì sì, proprio da tutto il mondo. Facciamo vedere agli umani la solidarietà del male mondiale!”
Steve Jobs: “ Organizziamo subito una zoom!”
Fecero dunque la call a tutti i malvagi del mondo: “Riunitevi, Banshee dell’Irlanda e della Scozia! E voi, Kappa dal Giappone; Anansi dal Ghana e dall’Africa occidentale, e tutti i Coboldi della Germania, insieme al Chupacabras dall’America Latina. A tutti voi cattivissimi, a te inquietante spezzata Manananggal delle Filippine, a te Selkie che vivi come foca nei mari islandesi:
Gli umani hanno superato la vostra bramosia nel consumismo, incarnano l’odio nella loro discordia, vivono nella vanità su instagram. E’ la nostra vittoria! Brindiamo insieme a tutti, al sangue dei nemici… e soprattutto all’umanità, che sia maledetta!”
E così i demoni presero esempio dalla cattiveria umana, diedero un’occhiata e pensarono che la vanità fosse una caratteristica evidente di quel secolo. In particolare notarono la
sfilata “Paper Dress” in cui le risate maligne di bimbi cattivi erano ben celate agli organizzatori.
“Eccola, la modalità perfetta per intrufolarsi tra loro!” brontolò Ade.
Catrina: “ Eccolo il luogo adatto, donde estaban los locos… CaseMatte!”