Il 25 gennaio Zerocalcare e Featricide contest: il programma

Share

Si chiama “Di-segni e quartieri in movimento” l’incontro pubblico organizzato per sabato 25 gennaio da 3e32 / CaseMatte, nell’Auditorium del Rettorato del Gran Sasso Science Institute a L’Aquila. All’incontro parteciperà Zerocalcare.

“L’Aquila è città troppo plurale, nobile e aristocratica per accogliere Saviano e Zerocalcare”. Questa fu, in sintesi, l’affermazione del sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi alla festa di Fratelli d’Italia dell’estate scorsa. Erano i giorni della polemica sul “Festival degli incontri”, di cui lo stesso Zerocalcare ha parlato nel corso di un incontro organizzato nella giornata di ieri.

Il fumettista romano ha accettato l’invito che gli abbiamo rivolto all’indomani delle squallide polemiche che, suo malgrado, l’hanno visto protagonista. Venne all’Aquila già nel 2011, per un incontro sulle fanzine all’Asilo Occupato, e tornerà anche questa settimana, perché L’Aquila è bella, plurale e antifascista.

Insieme a lui proveremo a tracciare un filo creativo, attraverso il racconto delle esperienze artistiche che l’hanno visto protagonista, ma anche con la testimonianze di esperienze politiche, associative e culturali a Roma e a L’Aquila.

L’arte e la politica dal basso, insomma, come elementi essenziali per la vita nei quartieri, nelle grandi e piccole città, come strumenti di contrasto all’esclusione sociale e di protagonismo degli abitanti.

Insieme a Zerocalcare ci saranno le attiviste di Lucha Y Siesta, che lottano contro lo sgombero della Casa delle Donne nel quartiere di Cinecittà a Roma, importante presidio per l’autodeterminazione delle donne contro ogni discriminazione di genere, e che hanno saputo creare una mobilitazione permanente attraverso il comitato “Lucha alla città”. Ci sarà la Libera Assemblea di Centocelle, una popolata rete eterogenea nata da singoli e collettivi nel quartiere romano di Centocelle dopo gli attentati mafiosi alla libreria “Pecora Elettrica”. Ci saranno anche il collettivo di giovanissimi aquilani Slammer Sound, cresciuto tra rap e street art nel centro storico dell’Aquila terremotata, e l’esperienza sociale, culturale e politica di 3e32 / CaseMatte.

L’appuntamento è per le 18 all’Auditorium del Rettorato del Gssi, con ingresso laterale su viale Collemaggio e accesso a partire dalle 17:15 fino a esaurimento posti.

A seguire, ci sarà un aperitivo nello spazio sociale di CaseMatte (ex ospedale psichiatrico di Collemaggio), nell’ambito del contest freesyle Featricide e del secondo compleanno della Slammer Sound Crew.

Last updated: Gennaio 23, 2020

Comments