Rebel Women Day @casematte

Categorie: Eventi
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 1 giugno 2017

Martedì 6 giugno dalle ore 18:30 presso lo spazio autogestito di CaseMatte, si terrà la presentazione del libro “Trentatrè” alla presenza dell’autrice Daniela Frittella. “Trentatré primavere. Trentatré donne. Trentatré vite che scorrono in un mondo che si muove senza andare da nessuna parte.  Trentatré vite che vanno per strade senza strada in un cammino fatto solo dei loro passi…”

A seguire ci sarà un aperitivo e l’esibizione del GRUPPO INCANTO che ci intratterrà con canti di lotta e rivoluzionari dal mondo.

Discorso Sul Mito #2 / L’amore – Racconti Teatrali

Categorie: Eventi
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 30 maggio 2017

Giovedì 1 giugno dalle ore 18:30 si terrà nello spazio autogestito di CaseMatte (ex ospedale psichiatrico Collemaggio) lo spettacolo “DISCORSO SUL MITO #2 / L’AMORE – Racconti teatrali di e con Vittorio Continelli”, autore, attore e regista teatrale.

I racconti prendono piede dalla descrizione del Simposio di Platone, una cena celebrativa tra amici nella Atene del V sec. a. C. che decidono di discutere sul tema dell’amore: che cos’è l’amore? È buono, cattivo? Da dove nasce? Perché per tutta la vita ci affanniamo per finire gli uni nella braccia degli altri?

Da qui il racconto procede attraverso l’intreccio delle storie raccontate dagli ospiti di Agatone (padrone di casa) con altre favole sentimentali appartenenti al corpus mitologico classico: Eco e Narciso, Orfeo e Euridice, Perseo e Andromeda, Aretusa e Alfeo e altre ancora.

A seguire aperitivo.

IL FUTURO DI COLLEMAGGIO – Presentazione del Parco della Luna

Categorie: Eventi, Informazione
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 25 maggio 2017

Il video integrale dell’assemblea cittadina “Il futuro di Collemaggio” tenutasi a CaseMatte il 25 maggio alla presenza di tutte e tutti i candidati sindaco al Comune dell’Aquila

L’incontro è stata anche l’occasione per presentare la bozza progettuale del “Parco della Luna” uscita fuori dai tavoli di partecipazione conseguenti al manifesto “Collemaggio cittadella solidale della creatività” sottoscritto dal Comitato 3e32/CaseMatte e da molte altre associazioni cittadine.

Bozza progettuale che pubblichiamo qui di seguito

Bozza di Progetto partecipato 

“Collemaggio immagina… il parco della luna”

1.0 Il progetto

‘Collemaggio immagina… Il parco della Luna’ è una prima bozza progettuale scaturita in seguito al manifesto “Collemaggio cittadella solidale della creatività”, condiviso da circa 20 associazioni cittadine per l’inizio di una riqualificazione e riconversione dell’area dell’ex ospedale psichiatrico di Collemaggio.

“Collemaggio cittadella solidale della creatività” perché è necessario riqualificare un’area strategica della città invertendo il segno lasciato dal manicomio. Facendo diventare l’area da luogo dall’istituzionalizzazione, della contenzione, dello stigma e dell’assenza di diritti, a cittadella incentrata sulla solidarietà, la cooperazione, la libera espressione e creazione, il mutuo soccorso, l’integrazione e la presa di coscienza dei diritti di ognuno per difendersi da ogni forma di stigma, sfruttamento e discriminazione.

“Collemaggio immagina…” è la prima bozza progettuale realizzata  seguendo le linee di indirizzo tracciate nel manifesto e che per la sua realizzazione si basa su un percorso di progettazione condiviso, l’auto costruzione, il recupero di materiali, l’auto gestione, la sostenibilità economica ed energetica.

Si sviluppa su un’area omogenea chiamata “Parco della Luna” creata a partire, ed intorno, una prima area esistente già riqualificata o in via di riqualificazione. Quella cioè composta dalla struttura attivata dal Comitato 3e32 sin dall’ottobre 2009, chiamata CaseMatte (edificio B6) e dal contiguo progetto dell’Albergo in Via dei Matti n.0 (B4), già in fase esecutiva.

Le due strutture, vicine tra loro, pur in un rapporto di potenziale quanto proficua sinergia di spazi e risorse, sorgerebbero tuttavia in un quartiere, quello dell’ex Ospedale Psichiatrico, ancora non riqualificato, fortemente danneggiato ed isolato. Un chiaro limite per il loro sviluppo, nonché per l’attivazione in sé dell’albergo in Via dei Matti n.0.

Abbiamo così deciso di proporre un riqualificazione che comprenda tutta la la fascia est, nello specifico degli edifici B8, B10, B11, B12 attraverso un progetto organico che:

> sviluppi le attività già promosse nel tempo dal Comitato 3e32 a CaseMatte (alcune delle    quali devono strategicamente essere ri-allocate vista l’estrema contiguità con l’albergo)

> dia seguito alle line guide tracciate dal manifesto co-firmato da 20 associazioni “Collemaggio cittadella solidale della creatività”

> integri l’offerta dell’Albergo in via dei Matti sia in attrattività dell’attività ricettiva, sia per il la voro degli utenti della salute mentale che possono trovare ulteriori mansioni nella co-ge stione delle altre strutture in un contesto basato sulla solidarietà, la cooperazione, il mu tuo aiuto e il benessere di comunità.

(continua…)

Il futuro di Collemaggio: dibattito tra cittadinanza e candidati sindaco

Categorie: Eventi
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 19 maggio 2017

Giovedì 25 maggio dalle ore 17:30 nello spazio sociale di CaseMatte si terrà l’incontro “Il futuro di Collemaggio”: dibattito tra cittadinanza e candidati sindaci.

Vogliamo tornare ancora una volta ad aprire un dibattito, stavolta tra cittadinanza e candidati sindaci, sull’area dell’Ex Ospedale di Collemaggio, nella convinzione che il tema della sua riqualificazione debba essere d’assoluta centralità per la prossima amministrazione e convinti che, dalla riconversione dell’area dell’ex manicomio, passa un’idea di città intera.

Collemaggio infatti è un bene Comune, un tempo – prima dell’applicazione della legge 180 – simbolo dell’istituzionalizzazione e di una vergognosa contenzione e oggi, purtroppo, di un’altrettanto vergognoso abbandono complessivo.

Tanti sono stati i progetti proclamati durante gli anni che hanno seguito alla chiusura del manicomio, purtroppo sinora tutti inattuati.

Collemaggio è morta? Non crediamo proprio. Collemaggio alla città!

Dopo il sisma Collemaggio infatti, invece di andare incontro ad un facile oblio che avrebbe prestato il fianco a ogni speculazione, è rimasto prima di tutto un luogo pubblico e aperto in cui sono transitate e continuano a transitare migliaia di persone. Un punto di riferimento in una città con pochissimi centri d’aggregazione, che è diventato anche un modello di socialità e cultura per le nuove generazioni.

Se questo è stato possibile lo è stato soprattutto grazie all’impegno del Comitato 3e32 che ha dato vita all’esperienza di autogestione di CaseMatte, contribuendo in modo determinante a tenere i riflettori accesi sull’area e iniziando a dargli finalmente un’impronta culturale concreta e reale.

Un’impronta che sta contribuendo a fare sì che i talenti di questa città possano esprimersi e chissà un giorno realizzarsi anche a livello lavorativo. Un’impronta iniziata con la riappropriazione di uno spazio passata anche per il conflitto con una classe politica miope che evidentemente pensava a difendere altri interessi.

Ora alle istituzioni torniamo a chiedere un impegno concreto sulla destinazione dell’area che passi dal riconoscimento delle esperienze e le energie già esistenti e che sarebbe assurdo respingere.

E’ infatti necessario che la riqualificazione avvenga innanzi tutto invertendo il segno lasciato dal manicomio. Facendo diventare l’area da luogo della repressione e dell’assenza di diritti, a cittadella incentrata sulla solidarietà, la cooperazione, la libera espressione e creazione, il mutuo soccorso, l’integrazione e la presa di coscienza dei diritti di ognuno per difendersi da ogni forma di contenzione, sfruttamento e discriminazione.

Su queste basi nel 2015 è stato sottoscritto da una ventina d’associazioni il manifesto “Collemaggio cittadella solidale della creatività” da cui ha preso vita, tramite un percorso partecipato, la prima bozza progettuale del “Parco della Luna” che coinvolge una parte dell’intera area.

Un progetto basato sull’uso comune degli spazi pubblici. Dunque non sull’assegnazione di tal spazio a tale associazione, ma sul fare utilizzare gli spazi all’associazione o ai singoli che lo richiedono in base ad un determinato bisogno o progetto, in modo che gli spazi siano aperti e pienamente utilizzati nel soddisfacimento dei bisogni degli artigiani, dei free lance, degli artisti, le associazioni ed ovviamente della salute di comunità.

La città, chiamata al voto, vuole sapere quale idea hanno i candidati sindaco su tutta l’area, tenendo in considerazione anche la vocazione sanitaria che ha sempre avuto. Per questo li abbiamo invitati giovedì 25 alle ore 17,30 proprio a Collemaggio nel tendone di CaseMatte per parlarne, fargli esporre l’idea sul futuro e la destinazione di Collemaggio e prendere impegni concreti.

Tutta la cittadinanza, le associazioni, gli artisti, i free lance, gli studenti, le realtà sociali legate all’ambito della salute mentale e chiunque sia interessato al futuro di Collemaggio e della città sono vivamente invitati a partecipare.

Venerdì 12 maggio Serata benefit a sostegno dello sport in città

Categorie: Eventi
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 10 maggio 2017

Venerdì 12 maggio presso CaseMatte si terrà una serata benefit a sostegno dello sport in città.

Viviamo in una città dove girano miliardi per la ricostruzione, ma dove tutte le realtà sportive faticano, nononostante siano punti di riferimento sociali per le comunità.

Non ci sono impianti adeguati, e persino i maggiori club (le squadre di calcio e rugby) stentano per mancanza di risorse. 

Questa serata benefit sarà dedicata a L’Aquila Rugby Club, il cui presidente è da sempre grande sostenitore del 3e32 e dell’esperienza di autogestione di CaseMatte.
L’evento sarà anche un’occasione per confrontarci insieme sullo stato dello sport in città.

Si inizierà dalle ore 19 con alcune alcune proiezioni sul rugby aquilano, a seguire ci sarà una cena sociale (prenotazione obbligatoria) e successivamente la serata continuerà allietata dal dj set di Dirty Red.

Il menù della cena sarà il seguente: pasta alla scrum (vegetariana), salsicce, insalata, melanzane, dolci, acqua, vino e analcolici.

E’ obbligatoria la prenotazione tramite sms o whatsapp al 3338061955.

Libera L’Aquila – 25 aprile centro storico: una grande giornata di liberazione antifascista

Categorie: Eventi
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 13 aprile 2017

 

LIBERA L’AQUILA – 25 aprile centro storico

UNA GRANDE GIORNATA DI LIBERAZIONE ANTIFASCISTA CON:

spettacoli, performance, proiezioni, laboratori, assemblee
live music, dj set, breakdance, writing, mostre fotografiche

Una grande giornata di liberazione antifascista nel centro storico dell’Aquila. Più di quindici associazioni del territorio organizzano per il prossimo 25 aprile “Libera L’Aquila” con spettacoli, performance, proiezioni, laboratori, assemblee, musica dal vivo, dj set, breakdance, writing e mostre fotografiche.

L’idea di un 25 aprile di lotta e al tempo stesso festoso nasce per ribadire che L’Aquila e l’Abruzzo sono antifascisti, che è necessario – e doveroso – lottare contro vecchi e nuovi fascismi e per una comunità più aperta, inclusiva, accogliente, solidale.

A Palazzo Fibbioni, ai Quattro Cantoni, dalle 11 ci sarà la proiezione del documentario La tratta dei migranti in Libia: Europa o morte, di Marco Salustro. A seguire la proiezione di Onna 44, realizzato dagli studenti dell’Accademia dell’Immagine dell’Aquila, e di La strage degli innocenti, di Antonio Gasbarrini. Alle ore 16, invece, in scena lo spettacolo teatrale No – Storia di un rifiuto, di Giancarlo Gentilucci.

Piazza San Bernardino, a partire dalle ore 15, letture liberate, musica dal vivo e il format “Debut – 25 aprile, liberiamoci da Feisbuc”. Sempre in piazza ci sarà un’assemblea dove sono state invitate le maggiori realtà di lotta dei territori abruzzesi, oltre che da fuori regione (dai No Tap pugliesi ai No Tav piemontesi).

Rilanciamo insieme le esperienze di lotta che negli ultimi anni hanno visto tornare in primo piano le istanze territoriali, focolai di resistenza a un modello di sviluppo imposto, contro le decisioni prese dall’alto dalla politica istituzionale che continua a non tenere conto delle esigenze specifiche di città, paesi e campagne. L’invito è rivolto a tutti/e coloro che credono che l’antifascismo e la liberazione siano un patrimonio da spendere soprattutto nel presente e nella costruzione di un altro modello di società. La liberazione si fa giorno per giorno e iniziando dai posti in cui abbiamo scelto di vivere.

Sempre a San Bernardino ci saranno dj set e musica live (a cura di Jamrock Records e Hip Hop Accademy), performance dei Prisoners, un laboratorio di costruzione della tradizionale pupazza abruzzese, graffiti e banchetti informativi. In piazzetta Nove Martiri, Corso, Quattro Cantoni e portici ci saranno infine tre mostre: “Testa per Dente” sui crimini fascisti in Jugoslavia negli anni ’40, “Le nuove resistenti”, sulle donne che oggi fanno dell’antifascismo una pratica quotidiana, e una mostra itinerante sulla resistenza italiana ed europea.

Organizzano 3e32/CaseMatte, Jamrock Records, Prisoners, Re_Acto Fest, ArciGay Massimo Consoli L’Aquila, ArtQuake/Asilo Occupato, Fuori Genere, Casa delle Donne, Circolo Arci Querencia, Libera Pupazzeria, Arti e Spettacolo, Anpi, ANPPIA, Appello per L’aquila, L’Aquila chiama – Tocca a noi.

 

IL PROGRAMMA COMPLETO

PALAZZO FIBBIONI

Dalle ore 11:

PROIEZIONE DEL DOCUMENTARIO “LA TRATTA DEI MIGRANTI IN LIBIA: EUROPA O MORTE” di Marco Salustro, commissionato da Vice News.
Migliaia di rifugiati e migranti raggiungono ogni mese le coste della Libia per tentare la traversata del Mediterraneo. Il governo di Tripoli tiene a bada il flusso migratorio servendosi di apposite milizie e rinchiudendo i migranti in campi di detenzione, dove sono costretti a vivere in condizioni disumane e a subire ripetuti abusi. (30 minuti)
Intervento dell’autore in videoconferenza e a seguire discussione sul decreto Minniti-Orlando

PROIEZIONE DI “ONNA 44” realizzato dagli studenti dell’Accademia dell’Immagine dell’Aquila. Il cortometraggio ripercorre gli eventi collegati all’eccidio dell’11 giugno 1944, avvenuto nel paese di Onna, durante la seconda guerra mondiale. (20 minuti)

PROIEZIONE DI “LA STRAGE DEGLI INNOCENTI” di Antonio Gasbarrini. Docufilm creativo dedicato alle decine e decine di bambini pietransieresi assassinati dai nazisti nei casolari di Limmari. (20 minuti)

Dalle ore 16:

SPETTACOLO TEATRALE “NO – STORIA DI UN RIFIUTO” di Giancarlo Gentilucci. No è il tentativo di dare voce a seicentomila soldati che, senza accordi prestabiliti, hanno, a rischio della loro stessa vita, detto no al nazifascismo e gettato le basi per una nuova Italia. (65 minuti)

Replica delle proiezioni avvenute durante la mattinata

 

SAN BERNARDINO

Dalle ore 15:

LETTURE LIBERATE

DEBUT – 25 APRILE. LIBERIAMOCI DA FEISBUC.
Tira fuori il social network che hai dentro di te, libera il tuoi pensieri e la tua creatività, tira fuori la tua bacheca e rendila pubblica, interpretala e performala davanti agli altri altri, per vedere quale faccina faranno.

ELENA D’ASCENZO – GROUND ‘N’ ROOTS (voce, chitarra e percussioni)

ASSEMBLEA ANTIFASCISTA SULLE LOTTE TERRITORIALI.
Rilanciamo insieme le esperienze di lotta che negli ultimi anni hanno visto tornare in primo piano le istanze territoriali, focolai di resistenza a un modello di sviluppo imposto, contro le decisioni prese dall’alto dalla politica istituzionale che continua a non tenere conto delle esigenze specifiche di città, paesi e campagne. L’invito è rivolto a tutti/e coloro che credono che l’antifascismo e la liberazione siano un patrimonio da spendere soprattutto nel presente e nella costruzione di un altro modello di società. La liberazione si fa giorno per giorno e iniziando dai posti in cui abbiamo scelto di vivere.

DJ SET e LIVE MUSIC di JAMROCK RECORDS SOUND e HIP HOP ACCADEMY

PRISONERS “PLAY GROUND COME AI VECCHI TEMPI”
(la performance avverrà sotto i portici)

Durante tutta la giornata:

>> Liberation graffiti jam (noi mettiamo a disposizione i pannelli, tu porta le bombolette)
>> Rossana la pupazza partigiana: laboratorio di costruzione della tradizionale pupazza abruzzese per grandi e piccini
>> Laboratorio “antifascismo creativo” per bambini e non
>> Banchetto informativo sulle MTS

 

PIAZZETTA NOVE MARTIRI/CORSO/QUATTRO CANTONI/PORTICI

>> Mostra fotografica “Testa per Dente” crimini fascisti in Jugoslavia 1941/1945
>> Mostra itinerante sulla resistenza italiana ed europea
>> Mostra “Le nuove resistenti”

 

 

 

 

Che ne sai del progetto Snam? Incontro informativo a L’Aquila

Categorie: Eventi
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 1 febbraio 2017

Mercoledì 8 FEBBRAIO dalle ore 18 CaseMatte L’Aquila
ex ospedale psichiatrico Collemaggio

INCONTRO INFORMATIVO SUL METANODOTTO SNAM

Un incontro informativo sulla grande opera dello Snam (Società nazionale metanodotti) e sull’impatto che potrebbe avere l’opera, che attraversa zone altamente sismiche (compresa L’Aquila). All’incontro saranno presenti attivisti e attiviste della Rete Adriatica No Snam e di Altre Menti di Sulmona. A seguire aperitivo.

____

PER SAPERNE DI PIU’
Un tubo lungo 687 chilometri, con un diametro di 120 cm e 40 metri di servitù incombe sull’entroterra aquilano. È il gasdotto Rete Adriatica, progettato dalla SNAM per far risalire lungo gli Appennini il gas da rivendere ai paesi del centro Europa. Un’operazione commerciale che promette lauti profitti a vantaggio esclusivo della società proponente… e gravi conseguenze per i territori interessati dal passaggio della grande opera: pericolo di esplosioni; rischi legati all’attraversamento di aree altamente sismiche; tre parchi nazionali, uno regionale ed oltre venti siti ambientali di rilevanza comunitaria sventrati; terreni sottratti alle colture e agli usi civici; problemi connessi all’attraversamento di bacini imbriferi.

L’assemblea dell’Aquila affronterà le criticità della grande opera e le ripercussioni sull’ambiente e sulle economie locali della sua eventuale costruzione, con il contributo dei comitati cittadini di Sulmona e del collettivo Altrementi Valle peligna, e discuterà delle azioni di contrasto da adottare. Come cittadini del territorio aquilano siamo tutti invitati ad esserci: l’unica lotta persa è quella che non si combatte!

L’Aquila – Il terremoto, la prevenzione e la necessità di autorganizzarsi sul territorio

Categorie: Eventi
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 24 gennaio 2017

Mercoledì 25 gennaio alle ore 18:30 nello spazio sociale di CaseMatte si terrà un incontro su terremoto, prevenzione e necessità di autorganizzarsi sul territorio. A seguire, per chi vorrà restare, ci sarà aperitivo.

Il Comitato 3e32 è nato nell’aprile del 2009 come risposta ad un vuoto di organizzazione dal basso sorto all’indomani del sisma e come risposta a dei bisogni a cui le istituzioni non riuscivano a rispondere. Per molti aspetti le cose non sono così diverse oggi.

Le scosse, come anche l’emergenza neve in Abruzzo, ci stanno dimostrando una volta di più che la popolazione (cittadini, precari, studenti, migranti) deve essere il più possibile cosciente delle caratteristiche del territorio in cui si trova, essere informata e partecipare alle scelte che riguardano la propria sicurezza e quella collettiva negli edifici pubblici, come scuole e ospedali.

Per questo ci sentiamo di indire in questi giorni successivi ad un nuovo importante sciame sismico, arrivato in più con la compresenza della neve, un incontro per discutere, informarsi e prendere iniziative dal basso.

Per non farci trovare impreparati.

Non aspettare né santi, né eroi ma promuovere cooperazione, mutuo soccorso e cultura della prevenzione.

Spettacolo Narrativo Musicale “Forme incostanti”

Categorie: Eventi
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 16 gennaio 2017

Martedì 17 gennaio si terrà a partire dalle 19 nello spazio sociale di CaseMatte lo spettacolo Narrativo Musicale “Forme incostanti”, prima dell’inizio dell’evento ci sarà un aperitivo cena.

Alcune informazioni sullo spettacolo
“Forme incostanti” è un anomalo confronto tra due genialità, quella dell’artista G. A. Cavellini e quella della scrittrice Sei Shonagon. Insospettabili compagni di un viaggio che li vede protagonisti di due monologhi che si intrecciano tra loro in barba al tempo cronologico, si contendono la scena in modo decisamente differente; lui di prepotenza, lei timidamente. L’ essenza di G. A. Cavellini danza insieme a quella di Sei Shonagon in un passo a due, in cui uno non conosce affatto i passi dell’altro. Entrambi lasciano briciole del loro vissuto, pronte per essere raccolte.

Note:
Guglielmo Achille Cavellini, noto anche come GAC (1914 –1990), è stato un artista e collezionista d’arte italiano. Nel 1971 conia il termine “autostoricizzazione” attraverso il quale inizia un’operazione di comunicazione internazionale attorno al sistema dell’arte, nonchè una sprezzante critica sociale.Sei Shonagon (965/ 967 – dopo il 1010), è stata una scrittrice e poetessa giapponese, dama di corte a Kyoto nel periodo Heian presso l’imperatrice Teishi. E’ stata tra le migliori rappresentanti della letteratura di corte.

Sei Shonagon: Rosa Fanale
G.A. Cavellini: Alessandro Cerini
Chitarra e voce: Alessio Di Francesco
Cut-up e regia: Katiuscia Tomei

Happy birthday CaseMatte: 7 anni di R-Esistenza!

Categorie: Eventi
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 25 ottobre 2016

Lunedì 31 ottobre CaseMatte festeggia 7 anni di R-Esistenza con una grande festa dedicata Dylan Dog che quest anno festeggia ben 30 anni.

L’evento inizierà dalle 18 con la proiezione dello speciale FUMETTOLOGY su DYLAN DOG e di altri video sull’indagatore dell’incubo.

Si proseguirà poi con un aperitivo cena e con della proiezioni a tema horror, con la partecipazione speciale di Antonio Secondo che ci presenterà Baùll – cortometraggio: un film di Daniele Campea, tratto dal racconto “Scurtchìn”, di Antonio Secondo.

Un’antica leggenda contadina dell’entroterra abruzzese lo vuole alto, munito di sacchi di juta per far preda di bambini e dalle dita affilate per scorticargli via la pelle.
Il Baullo popolava i racconti e gli incubi di decine di ragazzini come Anna, una bambina di 7 anni, che nei desolati paesini di campagna a ridosso degli Appennini cresceva tra tradizioni e antichi mestieri.

Dalle 23 inizierà invece la musica live con i Furious & The Escorts (Rock ‘n’ roll) e i Terrorist Bengala Party (Surf post atomico), a seguire Dirty Red Dj Set. Durante le esibizioni ci sarà il Vj set di Sublimilab.

Durante la serata verranno dati premi ai migliori personaggi a tema Dylan Dog e Halloween.

Saranno inoltre presenti gli stand di Gotico Abruzzese: miti, leggende e inquietudini d’abruzzo http://www.goticoabruzzese.it/ e DARTWORKS – drawstroy: distro, t-shirts e stampe.

«pagina 1 di 16

Prossimi Eventi a CaseMatte
Archivi