Libera L’Aquila – 25 aprile centro storico: una grande giornata di liberazione antifascista

Categorie: Eventi
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 13 aprile 2017

 

LIBERA L’AQUILA – 25 aprile centro storico

UNA GRANDE GIORNATA DI LIBERAZIONE ANTIFASCISTA CON:

spettacoli, performance, proiezioni, laboratori, assemblee
live music, dj set, breakdance, writing, mostre fotografiche

Una grande giornata di liberazione antifascista nel centro storico dell’Aquila. Più di quindici associazioni del territorio organizzano per il prossimo 25 aprile “Libera L’Aquila” con spettacoli, performance, proiezioni, laboratori, assemblee, musica dal vivo, dj set, breakdance, writing e mostre fotografiche.

L’idea di un 25 aprile di lotta e al tempo stesso festoso nasce per ribadire che L’Aquila e l’Abruzzo sono antifascisti, che è necessario – e doveroso – lottare contro vecchi e nuovi fascismi e per una comunità più aperta, inclusiva, accogliente, solidale.

A Palazzo Fibbioni, ai Quattro Cantoni, dalle 11 ci sarà la proiezione del documentario La tratta dei migranti in Libia: Europa o morte, di Marco Salustro. A seguire la proiezione di Onna 44, realizzato dagli studenti dell’Accademia dell’Immagine dell’Aquila, e di La strage degli innocenti, di Antonio Gasbarrini. Alle ore 16, invece, in scena lo spettacolo teatrale No – Storia di un rifiuto, di Giancarlo Gentilucci.

Piazza San Bernardino, a partire dalle ore 15, letture liberate, musica dal vivo e il format “Debut – 25 aprile, liberiamoci da Feisbuc”. Sempre in piazza ci sarà un’assemblea dove sono state invitate le maggiori realtà di lotta dei territori abruzzesi, oltre che da fuori regione (dai No Tap pugliesi ai No Tav piemontesi).

Rilanciamo insieme le esperienze di lotta che negli ultimi anni hanno visto tornare in primo piano le istanze territoriali, focolai di resistenza a un modello di sviluppo imposto, contro le decisioni prese dall’alto dalla politica istituzionale che continua a non tenere conto delle esigenze specifiche di città, paesi e campagne. L’invito è rivolto a tutti/e coloro che credono che l’antifascismo e la liberazione siano un patrimonio da spendere soprattutto nel presente e nella costruzione di un altro modello di società. La liberazione si fa giorno per giorno e iniziando dai posti in cui abbiamo scelto di vivere.

Sempre a San Bernardino ci saranno dj set e musica live (a cura di Jamrock Records e Hip Hop Accademy), performance dei Prisoners, un laboratorio di costruzione della tradizionale pupazza abruzzese, graffiti e banchetti informativi. In piazzetta Nove Martiri, Corso, Quattro Cantoni e portici ci saranno infine tre mostre: “Testa per Dente” sui crimini fascisti in Jugoslavia negli anni ’40, “Le nuove resistenti”, sulle donne che oggi fanno dell’antifascismo una pratica quotidiana, e una mostra itinerante sulla resistenza italiana ed europea.

Organizzano 3e32/CaseMatte, Jamrock Records, Prisoners, Re_Acto Fest, ArciGay Massimo Consoli L’Aquila, ArtQuake/Asilo Occupato, Fuori Genere, Casa delle Donne, Circolo Arci Querencia, Libera Pupazzeria, Arti e Spettacolo, Anpi, ANPPIA, Appello per L’aquila, L’Aquila chiama – Tocca a noi.

 

IL PROGRAMMA COMPLETO

PALAZZO FIBBIONI

Dalle ore 11:

PROIEZIONE DEL DOCUMENTARIO “LA TRATTA DEI MIGRANTI IN LIBIA: EUROPA O MORTE” di Marco Salustro, commissionato da Vice News.
Migliaia di rifugiati e migranti raggiungono ogni mese le coste della Libia per tentare la traversata del Mediterraneo. Il governo di Tripoli tiene a bada il flusso migratorio servendosi di apposite milizie e rinchiudendo i migranti in campi di detenzione, dove sono costretti a vivere in condizioni disumane e a subire ripetuti abusi. (30 minuti)
Intervento dell’autore in videoconferenza e a seguire discussione sul decreto Minniti-Orlando

PROIEZIONE DI “ONNA 44” realizzato dagli studenti dell’Accademia dell’Immagine dell’Aquila. Il cortometraggio ripercorre gli eventi collegati all’eccidio dell’11 giugno 1944, avvenuto nel paese di Onna, durante la seconda guerra mondiale. (20 minuti)

PROIEZIONE DI “LA STRAGE DEGLI INNOCENTI” di Antonio Gasbarrini. Docufilm creativo dedicato alle decine e decine di bambini pietransieresi assassinati dai nazisti nei casolari di Limmari. (20 minuti)

Dalle ore 16:

SPETTACOLO TEATRALE “NO – STORIA DI UN RIFIUTO” di Giancarlo Gentilucci. No è il tentativo di dare voce a seicentomila soldati che, senza accordi prestabiliti, hanno, a rischio della loro stessa vita, detto no al nazifascismo e gettato le basi per una nuova Italia. (65 minuti)

Replica delle proiezioni avvenute durante la mattinata

 

SAN BERNARDINO

Dalle ore 15:

LETTURE LIBERATE

DEBUT – 25 APRILE. LIBERIAMOCI DA FEISBUC.
Tira fuori il social network che hai dentro di te, libera il tuoi pensieri e la tua creatività, tira fuori la tua bacheca e rendila pubblica, interpretala e performala davanti agli altri altri, per vedere quale faccina faranno.

ELENA D’ASCENZO – GROUND ‘N’ ROOTS (voce, chitarra e percussioni)

ASSEMBLEA ANTIFASCISTA SULLE LOTTE TERRITORIALI.
Rilanciamo insieme le esperienze di lotta che negli ultimi anni hanno visto tornare in primo piano le istanze territoriali, focolai di resistenza a un modello di sviluppo imposto, contro le decisioni prese dall’alto dalla politica istituzionale che continua a non tenere conto delle esigenze specifiche di città, paesi e campagne. L’invito è rivolto a tutti/e coloro che credono che l’antifascismo e la liberazione siano un patrimonio da spendere soprattutto nel presente e nella costruzione di un altro modello di società. La liberazione si fa giorno per giorno e iniziando dai posti in cui abbiamo scelto di vivere.

DJ SET e LIVE MUSIC di JAMROCK RECORDS SOUND e HIP HOP ACCADEMY

PRISONERS “PLAY GROUND COME AI VECCHI TEMPI”
(la performance avverrà sotto i portici)

Durante tutta la giornata:

>> Liberation graffiti jam (noi mettiamo a disposizione i pannelli, tu porta le bombolette)
>> Rossana la pupazza partigiana: laboratorio di costruzione della tradizionale pupazza abruzzese per grandi e piccini
>> Laboratorio “antifascismo creativo” per bambini e non
>> Banchetto informativo sulle MTS

 

PIAZZETTA NOVE MARTIRI/CORSO/QUATTRO CANTONI/PORTICI

>> Mostra fotografica “Testa per Dente” crimini fascisti in Jugoslavia 1941/1945
>> Mostra itinerante sulla resistenza italiana ed europea
>> Mostra “Le nuove resistenti”

 

 

 

 

Che ne sai del progetto Snam? Incontro informativo a L’Aquila

Categorie: Eventi
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 1 febbraio 2017

Mercoledì 8 FEBBRAIO dalle ore 18 CaseMatte L’Aquila
ex ospedale psichiatrico Collemaggio

INCONTRO INFORMATIVO SUL METANODOTTO SNAM

Un incontro informativo sulla grande opera dello Snam (Società nazionale metanodotti) e sull’impatto che potrebbe avere l’opera, che attraversa zone altamente sismiche (compresa L’Aquila). All’incontro saranno presenti attivisti e attiviste della Rete Adriatica No Snam e di Altre Menti di Sulmona. A seguire aperitivo.

____

PER SAPERNE DI PIU’
Un tubo lungo 687 chilometri, con un diametro di 120 cm e 40 metri di servitù incombe sull’entroterra aquilano. È il gasdotto Rete Adriatica, progettato dalla SNAM per far risalire lungo gli Appennini il gas da rivendere ai paesi del centro Europa. Un’operazione commerciale che promette lauti profitti a vantaggio esclusivo della società proponente… e gravi conseguenze per i territori interessati dal passaggio della grande opera: pericolo di esplosioni; rischi legati all’attraversamento di aree altamente sismiche; tre parchi nazionali, uno regionale ed oltre venti siti ambientali di rilevanza comunitaria sventrati; terreni sottratti alle colture e agli usi civici; problemi connessi all’attraversamento di bacini imbriferi.

L’assemblea dell’Aquila affronterà le criticità della grande opera e le ripercussioni sull’ambiente e sulle economie locali della sua eventuale costruzione, con il contributo dei comitati cittadini di Sulmona e del collettivo Altrementi Valle peligna, e discuterà delle azioni di contrasto da adottare. Come cittadini del territorio aquilano siamo tutti invitati ad esserci: l’unica lotta persa è quella che non si combatte!

L’Aquila – Il terremoto, la prevenzione e la necessità di autorganizzarsi sul territorio

Categorie: Eventi
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 24 gennaio 2017

Mercoledì 25 gennaio alle ore 18:30 nello spazio sociale di CaseMatte si terrà un incontro su terremoto, prevenzione e necessità di autorganizzarsi sul territorio. A seguire, per chi vorrà restare, ci sarà aperitivo.

Il Comitato 3e32 è nato nell’aprile del 2009 come risposta ad un vuoto di organizzazione dal basso sorto all’indomani del sisma e come risposta a dei bisogni a cui le istituzioni non riuscivano a rispondere. Per molti aspetti le cose non sono così diverse oggi.

Le scosse, come anche l’emergenza neve in Abruzzo, ci stanno dimostrando una volta di più che la popolazione (cittadini, precari, studenti, migranti) deve essere il più possibile cosciente delle caratteristiche del territorio in cui si trova, essere informata e partecipare alle scelte che riguardano la propria sicurezza e quella collettiva negli edifici pubblici, come scuole e ospedali.

Per questo ci sentiamo di indire in questi giorni successivi ad un nuovo importante sciame sismico, arrivato in più con la compresenza della neve, un incontro per discutere, informarsi e prendere iniziative dal basso.

Per non farci trovare impreparati.

Non aspettare né santi, né eroi ma promuovere cooperazione, mutuo soccorso e cultura della prevenzione.

Spettacolo Narrativo Musicale “Forme incostanti”

Categorie: Eventi
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 16 gennaio 2017

Martedì 17 gennaio si terrà a partire dalle 19 nello spazio sociale di CaseMatte lo spettacolo Narrativo Musicale “Forme incostanti”, prima dell’inizio dell’evento ci sarà un aperitivo cena.

Alcune informazioni sullo spettacolo
“Forme incostanti” è un anomalo confronto tra due genialità, quella dell’artista G. A. Cavellini e quella della scrittrice Sei Shonagon. Insospettabili compagni di un viaggio che li vede protagonisti di due monologhi che si intrecciano tra loro in barba al tempo cronologico, si contendono la scena in modo decisamente differente; lui di prepotenza, lei timidamente. L’ essenza di G. A. Cavellini danza insieme a quella di Sei Shonagon in un passo a due, in cui uno non conosce affatto i passi dell’altro. Entrambi lasciano briciole del loro vissuto, pronte per essere raccolte.

Note:
Guglielmo Achille Cavellini, noto anche come GAC (1914 –1990), è stato un artista e collezionista d’arte italiano. Nel 1971 conia il termine “autostoricizzazione” attraverso il quale inizia un’operazione di comunicazione internazionale attorno al sistema dell’arte, nonchè una sprezzante critica sociale.Sei Shonagon (965/ 967 – dopo il 1010), è stata una scrittrice e poetessa giapponese, dama di corte a Kyoto nel periodo Heian presso l’imperatrice Teishi. E’ stata tra le migliori rappresentanti della letteratura di corte.

Sei Shonagon: Rosa Fanale
G.A. Cavellini: Alessandro Cerini
Chitarra e voce: Alessio Di Francesco
Cut-up e regia: Katiuscia Tomei

Happy birthday CaseMatte: 7 anni di R-Esistenza!

Categorie: Eventi
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 25 ottobre 2016

Lunedì 31 ottobre CaseMatte festeggia 7 anni di R-Esistenza con una grande festa dedicata Dylan Dog che quest anno festeggia ben 30 anni.

L’evento inizierà dalle 18 con la proiezione dello speciale FUMETTOLOGY su DYLAN DOG e di altri video sull’indagatore dell’incubo.

Si proseguirà poi con un aperitivo cena e con della proiezioni a tema horror, con la partecipazione speciale di Antonio Secondo che ci presenterà Baùll – cortometraggio: un film di Daniele Campea, tratto dal racconto “Scurtchìn”, di Antonio Secondo.

Un’antica leggenda contadina dell’entroterra abruzzese lo vuole alto, munito di sacchi di juta per far preda di bambini e dalle dita affilate per scorticargli via la pelle.
Il Baullo popolava i racconti e gli incubi di decine di ragazzini come Anna, una bambina di 7 anni, che nei desolati paesini di campagna a ridosso degli Appennini cresceva tra tradizioni e antichi mestieri.

Dalle 23 inizierà invece la musica live con i Furious & The Escorts (Rock ‘n’ roll) e i Terrorist Bengala Party (Surf post atomico), a seguire Dirty Red Dj Set. Durante le esibizioni ci sarà il Vj set di Sublimilab.

Durante la serata verranno dati premi ai migliori personaggi a tema Dylan Dog e Halloween.

Saranno inoltre presenti gli stand di Gotico Abruzzese: miti, leggende e inquietudini d’abruzzo http://www.goticoabruzzese.it/ e DARTWORKS – drawstroy: distro, t-shirts e stampe.

Presentazione progetto Collemaggio immagina il Parco della Luna

Categorie: Eventi
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 24 ottobre 2016

parco-della-luna

Il 4 giugno 2015 più di 20 associazioni si sono riunite per immaginare insieme un percorso che porti alla riqualificazione dell’area dell’Ex Ospedale Psichiatrico di Collemaggio.

Insieme hanno elaborato e sottoscritto un manifesto chiamato “Collemaggio cittadella solidale della creatività”. (per altre info http://www.3e32.org/?p=8952)

Un percorso che ha come fine quello di riqualificare un’area strategica della città invertendo il segno lasciato dal manicomio. Facendo diventare l’area da luogo dall’istituzionalizzazione, della contenzione, dello stigma e dell’assenza di diritti, a cittadella incentrata sulla solidarietà, la cooperazione, la libera espressione e creazione, il mutuo soccorso, l’integrazione e la presa di coscienza dei diritti di ognuno per difendersi da ogni forma di stigma, sfruttamento e discriminazione.

Insieme hanno individuato un’area omogenea, parte dei 19 ettari dell’area su cui intervenire subito e fattivamente con i fondi a disposizione.

Venerdì 28 Ottobre alle ore 18, esattamente a 7 anni dalla nascita dell’esperienza di autogestione di CaseMatte dentro l’ex o.p., il 3e32 presenterà alle altre associazioni e alla città una prima bozza progettuale, elaborata come diretta conseguenza delle linee guida presenti nel manifesto, su cui discutere e continuare a sviluppare insieme il progetto.

Che ci sia una volta in questa città, magari proprio dove un tempo c’erano i “matti”, che l’immaginazione di molti diventi realtà.

Benefit per Amatrice: 21 ottobre Forte Prenestino – 22 ottobre CaseMatte

Categorie: Eventi
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 21 ottobre 2016

benefit-amatrice-rm benefit-amatrice-aq

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

3e32 presenta due serate benefit a sostegno delle comunità colpite dal sisma del 24 agosto. Il ricavato delle serate sarà interamente destinato a progetti a sostegno delle realtá locali nelle zone colpite dal sisma.

La prima serata NOT(T)E SOLIDALE sarà a Roma in collaborazione con il CSOA Forte Prenestino e si terrà venerdì 21 ottobre.

Si inizierà dalle ore 20 con la amatricena a sottoscrizione, per continuare dalle ore 21 con la musica live. Durante la serata si esibiranno: Gipsy RufinaMattia CaroliTerrorist Bengala PartyTRANS UPPER EGYPTThe Black FlamingoLAGSLentoZONAROSSAKREW (ZRK)RASTY KILO + STABBER + Sine One.

La seconda serata REGGAE FOR AMATRICE sarà invece a L’Aquila sabato 22 ottobre a CaseMatte organizzata da DABADUB SOUND SYSTEM e 3e32 

A partire dalle 22 si esibiranno: DABADUB SOUND SYSTEMVILLA ADA CREW 1, TREBLE & ROCKY (Salento), RASTA BLANCO outta Radici nel cementoPakkia Crew, PAVESE outta Baracca Sound RomaBalooba SoundMattuneDavidoneOMAR FAYE Gawane outta Jamafrica Crew, ASTARBENE, RASTAUNO SOUND, KESO outta ZONAROSSAKREW (ZRK)

L’evento dell’Aquila è dedicato ad Andrea Tomei e a tutti i giovani e meno giovani che hanno perso la vita alle 3:36 in quella drammatica notte!
Noi aquilani sappiamo cosa significa vivere un’esperienza simile e con Rete Attiva L’Aquila abbiamo cercato dal primo momento di fare il possibile per far sentire i nostri fratelli un po’ meno soli!
Ringraziamo tutti gli artisti che hanno dato la propria disponibilità a partecipare, per cercare di dare un aiuto concreto a chi ha perso tanto.

Spettacolo teatrale Antigone – Metamorfosi di un mito

Categorie: Eventi
Commenti: 1 Commento
Pubblicato il: 30 settembre 2016

Alcuni spezzoni dello spettacolo

antigone

Mercoledì 5 ottobre dalle ore 18 si terrà a CaseMatte lo spettacolo teatrale ANTIGONE – METAMORFOSI DI UN MITO di Serena Gaudino, con Tiziana Irti, musiche di Doriana Legge, video e luci di Daniela Vespa, foto Paolo Porto e regia di Giancarlo Gentilucci.

A seguire ci sarà un aperitivo cena di autofinanziamento.

Lo spettacolo è il frutto di una residenza presso il Teatro “Nobelperlapace”, e la produzione è di “Arti e Spettacolo”. Il testo ha vinto il premio nazionale di drammaturgia “Artigogolo”

Certe storie antiche arrivano intatte fino a noi perché raccontano le nostre stesse storie, le nostre personalissime e privatissime storie. Sono racconti che resistono al tempo che passa, restano vivi e si rinnovano, anche dopo più di 2500 anni, nelle persone che in essi si immedesimano.

Il testo teatrale “Antigone – Metamorfosi di un mito” è tratto dal libro “Antigone a Scampia”, che la stessa Serena Gaudino ha scritto per documentare il lavoro che ha condotto con un gruppo di donne di Scampia leggendo loro il mito di Antigone. Alla fine del percorso, sull’eco del mito, le donne, immedesimandosi in Antigone, e sentendo quella storia vicina alle proprie storie, hanno iniziato a raccontarsi e a riflettere sulla propria condizione. In pratica, l’autrice ha sperimentato ciò che Simone Weil ha più volte scritto: la grande poesia greca è capace di parlare al cuore delle persone e di indurle a riflettere sulle proprie condizioni di vita.

“Antigone – Metamorfosi di un mito” trasporta in una sorta di mondo parallelo dove i drammi escono dai propri confini territoriali e diventano universali (Serena Gaudino).

La riflessione che propone la messa in scena è anche quella di comprendere la propria condizione, per potersi liberare da un destino che non deve essere ineluttabile (Giancarlo Gentilucci).

Incontro con i genitori di Stefano Cucchi e spettacolo teatrale a CaseMatte

Categorie: Eventi
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 15 settembre 2016

Spezzoni dell’intervento dei genitori di Stefano Cucchi

Alcuni spezzoni dello spettacolo teatrale

 

Il testo dell’evento

lucidellacitta3e32 / CaseMatte organizza per sabato 17 settembre, a partire dalle ore 17, una serata dedicata a Stefano Cucchi, trentenne morto nell’ottobre 2009.

Alle ore 17 avrà luogo un incontro pubblico con Rita Calore e Giovanni Cucchi, genitori del giovane, che racconteranno delle travagliate vicende di cui sono state vittime e loro malgrado protagonisti in questi anni. Parteciperà al dibattito anche Antonietta Centofanti, presidente del comitato dei parenti delle vittime della Casa dello Studente dell’Aquila.

Sarà un momento di confronto sul senso dello Stato. Su come il potere sia spietato nel difendere se stesso e i propri apparati, sulla tortura, sulla repressione, e sulla determinazione di chi ogni giorno si batte per chiedere verità e giustizia.

A seguire inizierà lo spettacolo teatrale “Luci della città. Stefano Cucchi“, prodotto dalla o.n.g. Teatri – Ex Asilo Filangeri (Napoli), con Francesca De Nicolais e la regia di Pino Carbone.

“La sensazione è quella di assistere a uno spettacolo che non dovrebbe avere luogo – si legge nella nota di regia – Perché di Stefano Cucchi, a teatro, non si dovrebbe parlare. Perché è una storia che nessuno vuole sentire. Perché non c’è niente da rappresentare. Un ragazzo di 31 anni è morto mentre era sotto la custodia dello Stato, per usare un’espressione da libro di denuncia, o da teatro di narrazione”.

Nel corso della serata ci sarà anche un aperitivo cena di autofinanziamento.

Collemagico: spettacolo di circo e laboratori nel parco di Collemaggio

Categorie: Eventi
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 28 luglio 2016

collemagicoLa magia del circo di strada, della giocoleria, dei danzatori e dei funamboli sarà protagonista il prossimo 1 agosto in “Collemagico”, un evento organizzato da Arci L’Aquila, Brucaliffo e 3e32 / CaseMatte nell’area dell’ex ospedale psichiatrico di Collemaggio all’Aquila.

ll parco di Collemaggio, con la sua flora e fauna di pregio, alle porte del centro storico della città, si aprirà così a laboratori aperti a tutti, all’arte di strada e agli spettacoli che trasformeranno ancor di più l’ex manicomio nella ‘cittadella della creatività’ che da tempo stiamo cercando di realizzare insieme a tante altre associazioni. Alle ore 18 presso lo spazio sociale di CaseMatte, ci saranno laboratori di tessuti aerei, equilibrismo e giocolerai. Alle ore 21, dopo un aperitivo sociale, inizierà lo spettacolo “La leggenda di Colepesce”. Il tutto a cura degli artisti delle Fucine Vulcaniche di Bologna.

In “La leggenda di Colapesce” creature marine, d’aria e di terra s’incontrano per dare vita ad uno spettacolo per piccoli e grandi sognatori, dove ogni cosa è possibile e anche il più audace desiderio si può realizzare. Acrobati aerei, danzatori, funamboli, giocolieri, musicisti e spettacolo di fuoco negli abissi del mare per condurre in un mondo dove tutti s’incontrano, si scontrano e danno vita a nuovi scenari, nuove possibilità e perché no, nuove realtà. Tutti gli appuntamenti della giornata sono ad ingresso libero e gratuito.

“Collemagico” è uno dei numerosi eventi che abbiamo organizzato e sostenuto nella splendida area dell’ex ospedale psichiatrico di Collemaggio, per continuare ad accendere l’attenzione su un parco splendido e al momento colpevolmente abbandonato dalle istituzioni. La manifestazione nasce grazie al supporto dell’Arci, che sostiene l’evento, permettendo la partecipazione ai laboratori dei ragazzi beneficiari del progetto Sprar dell’Aquila, e all’ideazione di Brucaliffo, associazione che da anni porta in città un tipo di circo “alternativo”, quanto emozionante.

“Collemagico”, per aprire Collemaggio alla città e alla bellezza di luoghi: una volta della sofferenza e della detenzione, oggi della creatività e della socialità.

Arci L’Aquila – Brucaliffo – 3e32 / CaseMatte

 

«pagina 1 di 15

Prossimi Eventi a CaseMatte
Archivi